Disegnare la musica si può 4

Se c’è qualcuno che osa osare è Bjork, nel suo video Declare Indipendence in un modo narrativo e allegorico con rappresentazioni metaforiche, si serve della Music Painting in modo alquanto sofisticato per esprimersi con un forte impatto musicale ma anche visivo.
Anche in questo caso la pittura scorre in modo lineare seppur prendendo molte vie, ma a differenza dei casi 1 e 2 in questo caso seguiamo la pittura per scoprirne causa e nascita, uso viaggio meta ed effetto, la pittura non si limita ai pennelli ma partecipano gli spray, e non si limitano ad una superfice piana come un lungo telo ma la pittura si posa e viaggia anche  sui fili.

Da notare come la voce della cantante non venga dipinta e raffigurata graficamente ma la vernice posatasi sui fili prende maggiore forza passando dal microfono della cantante per arrivare alle menti di chi ascolta.

Mi allungherei… eh ma poi filosofeggio muahuha
voglio proprio sentirvi analizzare questa roba qua!!

A voi commentare… parliamo ancora di Music Painting?

14 risposte a “Disegnare la musica si può 4

  1. eh beh…in effetti a quest’ora ascoltare questa musica…
    modo davvero bizzarro per esprimere concetti filosofici…
    ..questo tipo di cose hanno un suo fascino, che però a me non arriva…mi spiego…trovo la cosa interessantema non sta nelle mie corde…preferisco espressioni diverse..più soft…te ami l’originalità…io forse appresso ancora il pennello…potrei provare le mani…( la pittura col corpo è già sorpassata a giudicare dai vdeo…figuriamoci il pennelo).
    ciò che mi piace e che spicca sono i colori…belli quei fili…la musica la voce le tonalità mi piacciono meno…
    Mi è piaciuta quella tela che scorre…mi riporta all’improvvisazione…alla spontaneità…ma niente di tutto questo video è spontaneo , vero?
    Son diguna parecchio di studi d’arte e pittuta futuristica intesa come mezzo di studio per rendere noti concetti filosofici e di moto quasi sovversivo collegando la pittra al canto …Non conosco l’autore…l’arte ha varie interpretazioni…ognuna ha i suoi sostenitori…se la musica magari foss stata un pò meno aggressiva( a mio parere paranoica)forse avrei apprezzato di più…
    quel telaio umano comunque è originale…
    Sei un ottima fonte di apprendimento …
    a me piace tanto klimt…monet…van gog…l’impressionismo in genere…
    e pure Pollacci. tamara lempicka……..ecc ecc…………ecco tutto…
    cmq tornerò di sicuro su quel video…

    • Si il brano non è nelle mie complation ma lo ricordavo come un piccolo turbamento ecco.. si è paranoico concordo.

      Adoro Klimt per quanto possa essere diventato un prodotto commerciale post mortem.. cosa penserà delle ristampe delle lenzuola delle tazze e di tutto il resto sul quale vengono riprodotte le sue opere. Le opere non vanno abusate, non vanno esposte, vanno meditate e assimilate.

      Cmq non occorre avere cultura artistica per cogliere ogniuno qualcosa di diverso da qualsiasi espressione artistica.. canto poesia ballo scultura o grafica.
      Basta la sensibilità e la propensione all'”ascolto”

  2. Continuo ad apprezzare…. su you tube…. perchè qui non si vede!
    Devo dire che mi piace l’intensità di stile e la forza di questi suoni!
    Pennelli rigidi e usati con affondi bellissimi.
    Bel dipingere!
    Buongiorno Pittinicchiooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
    ops…. mi si è incantata la “o”
    Ciauz

    • Io a differenza vostra apprezzo meglio l’uso dei fili, come dice vento tutto è per niente spontaneo ma proprio per questo rende meglio l’uso organizzato degli ugelli spray sui fili a dispetto della manualità dei penneli.
      Da notare però che è probabile ches ia voluto questo contrasto, i “pittori” sembrano attenti a dare le “giuste” pennellate.. ovvero non sembra che il regista chieda loro di sembrare spontanei ma tutt’altro sembrano ragionieri che annotano le spese o professori che annotano gli errori.. come ricalcassero con metodo la traccia, uno di loro nota è addetto ad evideniare i punti in cui le linee si intersecano.

  3. Pitty pure te non sei da meno….
    Quante cose che vedi…madò!!!
    ma come si fa a fare un percorso di ricerca?
    nel senso putturato del termine….tu mi hai dato un suggerimento…ma io come lo sviluppo?
    prendo tele e tele e ci dipingo un pò sempre lo stesso tema fino a sviluppare un grosso puzzle di colori…uh..non so se mi son spiegata….
    lo so che alla fine nella pittura la tencica è molto importante…ma io non ce l’ho…vado a sensazione , ispirazione…a colori che sento in quel momento…
    Quello che amo della pittura è lo stile, il talento, il creare qualcosa di esclusivo…Klimt lo adoro perchè era un rivoluzionario…un talento puro.
    Ecco…poi son d’accordo con te che se sapesse che è finito sulle tazzine, sulle borse…sulle penne….beh….
    però è anche l’unico modo per avere qualcosa di lui…
    a volte vorrei osare e comprarmi un poster…per poi ricoprirlo di affettuose conchigle …sassolini….sabbia e dargli un rilievo…..poi mi dico…ma sei scema???? fallo con i tuoi pasticci…e rido!!!
    bon…

    • Puoi fare due dipinti uguali, se nel primo non capisci cosa hai “tolto fuori” e nel secondo scopri cosa hai “esposto di te”.. il secondo è arte il primo è sola “decorazione e ornamento”.
      Quindi la tua ricerca può non mutare di niente le tuo opere nei colori e nei soggetti.. ma puoi capire cosa hai raffigurato…
      l’opera non sta nella materia ma nella mente, l’opera ne è solo una traccia documentale.

      Quindi la tua ricerca può iniziare dall’osservazione delle tue opere e dallo studio delle stesse, introspezione, non devi inventarti niente ma devi solo scoprire quale parte di te ha parlato e cosa ha voluto dire.
      Lo so sembrano discorsi vaneggianti ma.. io credo in quel che dico.

      I dipinti cubisti o le sculture dadaiste potrebbero essere creazioni di un bambino, eppure l’idea gli conferisce valore, vedi Lucio Fontana!

  4. Aggiungo… vedi i ritratti di modigliani, horror!! Eppur delizia d’arte per l’idae che portano, Francis Bacon crea opere lontane dall’estetica comune, l’apprezzare un’opera è diverso dal gradimento della fruizione, lo stimolo artistico è una pillola utile per il “viaggio”.
    Non prendetemi per matto muhauhauha🙂

  5. No no….capisco ciò che dici…
    ma mio caro tu hai una bella infarinatura..io sono autodidatta…niente scuola..ma solo momenti di libertà nel mio mondo ….che naque col carboncino…
    poi si allargò al pennello…
    ho un grosso difetto io…non riesco mai a fare due cose uguali…
    se dovessi dipingere di nuovo quel quadro imazzirei…ecco cosa distingue il professionista dal dilettante….me capì?
    il professionista sa guidare la sua mano..io vado na pennello libero..senza rifletterci molto….
    questa è mancanza di stile…che alla fine ogni artista daà alle sue opere…
    io so dare magari allegria….(una volta conobbi un pittore scultore…tipo tranquillo, ma creava delle opere orribilmente reali e ossessionate…stile horror…mani che si infilavano dentro la carne riducendola brandelli…cuori spappolati…oddio ne rimasi turbata assai….)
    ah e poi io non sò copiare…a mano libera sono una frana…mi invento…
    il mio prof voleva che continuassi…ma a quel tempo andare al liceo artistico voleva dire non imparare nulla..e mio padre non mi mandò…io a dispetto non andai in nessun liceo!!! che testa èh….
    comunque mi piace il tuo modo…di esporre i fatti:-)

    • Vento se credi in quel che fai sei un’artista, nessuno può negarlo, il resto .. nozioni etichette classificazioni dottrine tecnica.. sono solo bagagli.. tu puoi trovare quel che ti serve durante il viaggio.
      L’arte è un percorso non un’approdo.. e nessuno può impedirti di viaggiare come credi, io tuo padre il tuo prof gli schemi sociali o il sistema di studi comprensivo di diplomi e lauree.
      Non hai nulla in meno dei più grandi artisti.

  6. Questo decisamente non fa per me, ma me lo aspettavo perchè Bjork non ha mai incontrato i miei gusti.La sua musica è un pò troppo ruvida per me, io sono una romantica e amo le cose un pò retrò…molto carini e istruttivi questi tuoi post su questo lato della musica che non conoscevo, ti auguro una buona serata e una serena settimana. Ciao Pitty!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...